Utilizziamo i cookie per permettere all'utente di usufruire al meglio del nostro sito Internet. Navigando, l'utente accetta l'uso dei cookie da parte nostra. La nostra policy sui cookie
Attiva l'uso di cookie per meglio usufruire del sito Internet. Consenti l'uso di cookie La nostra policy sui cookie

Il ciclo del pelo

La crescita del pelo è ciclica e si ferma una volta raggiunta la lunghezza determinata dal profilo genetico dell'animale. Questo ciclo si divide in quattro fasi: crescita, regressione, riposo e caduta.

Nella fase di crescita (1) il nuovo pelo emerge e comincia a crescere. Nella fase di regressione (2) il pelo smette di crescere. Nella fase di riposo (3) il pelo muore. I peli che attraversano la fase di riposo restano legati al follicolo per attrito. Non essendo ancorati tendono a cadere molto facilmente, soprattutto durante le operazioni di toelettatura. Infine, nella fase di caduta (4), il pelo cade e il follicolo torna alla fase iniziale di crescita (1).

È evidente quindi che la perdita del pelo è direttamente collegata al suo ciclo di crescita.

Il pelo di cani, gatti e conigli passa continuamente attraverso le suddette fasi e i fattori che influenzano la quantità di peli persi e il momento in cui ciò avviene con maggiore insistenza sono molteplici.

La maggior parte degli animali perde il pelo durante tutto l'anno e cambia il pelo completamente in primavera e autunno. Il momento esatto, però, dipende da diversi fattori, tra cui la temperatura, le ore di luce e il quadro ormonale. Ad esempio, le femmine di cane perdono il pelo all'inizio del periodo di calore, mentre i cani sterilizzati perdono il pelo tutto l'anno. Vi sono tuttavia alcune eccezioni: il manto di alcune razze (ad esempio il barbone) continua a crescere costantemente. Il pelo di questi animali non subisce una vera e propria muta stagionale e la caduta di pelo è molto più contenuta rispetto a quella di altre razze. Per questo motivo è importante tosare o tagliare loro il pelo con regolarità. Anche il pelo dei terrier da caccia (come l'Airedale Terrier e il Fox Terrier), nei quali la muta stagionale è stata eliminata nel corso della selezione, deve essere tosato con regolarità.

Ricomincia la ricerca del prodotto?

Lorem ipsum dotor amet requiem

Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident